Progetto Educazione Stradale


 «Rispetto delle regole, di sé e dell’altro, sani stili di vita, prudenza, riconoscimento della responsabilità nelle proprie scelte e nelle proprie azioni, sono valori fondamentali dell’Educazione alla Sicurezza Stradale compresi in “Cittadinanza e Costituzione”.

L’educazione alla sicurezza stradale mira a sviluppare una conoscenza corretta e certa delle norme che muovono l’ambiente stradale facendo acquisire la consapevolezza delle possibili conseguenze delle azioni. Essa è un impegno lungo e paziente, ma anche una sfida che ha l’obiettivo di mettere i giovani, cittadini del futuro, al riparo dai rischi e dai pericoli.»  


Il Progetto di Educazione Stradale è promosso dal MIUR, d’intesa con il Ministero dei Trasporti.

I destinatari sono gli studenti dei tre indirizzi dell’Istituto di Istruzione Superiore “S. Weil” (Liceo Artistico, Liceo Classico, Liceo Linguistico) di età compresa tra 14 e i 18 anni e non ancora in possesso di altri documenti di idoneità alla guida.

Il nostro progetto è attuato in collaborazione con:

ACI di Bergamo
Motorizzazione Civile
Vigili Urbani (o altro personale abilitato)

OBIETTIVI e FINALITA’

Il progetto, che ha come finalità ultima l’accesso all’esame per il conseguimento del certificato di idoneità alla guida di ciclomotori, si propone i seguenti obiettivi:

Sensibilizzare gli studenti ai valori della sicurezza stradale;
Fornire informazioni in materia di circolazione e di sicurezza stradale;
Fornire nozioni indispensabili per la conduzione dei ciclomotori.

METODOLOGIE e TEMPI di ATTUAZIONE

In applicazione alle Linee Guida  diramate dal MIUR  per l’organizzazione dei corsi, ogni candidato giungerà all’esame finale dopo aver fruito di 21 ore complessive di formazione (13 ore di lezione frontale in orario extracurricolare, distribuite in 4 moduli, e 8 ore in orario curricolare).

Le 13 ore di lezioni extracurricolari di Educazione Stradale saranno tenute da Vigili Urbani o da altro personale abilitato secondo la normativa vigente (D. L.vo m. 9/02 e art. 230 del Codice della Strada).Gli studenti potranno avvalersi anche di un manuale specifico come supporto alle lezioni e utile come base per la preparazione all’esame.
  - MODULO A 4 ore Norme di comportamento sulla strada
  - MODULO B 6 ore Segnaletica stradale
  - MODULO C 2 ore Educazione al rispetto della Legge
  - MODULO D 1 ora Conoscenze elementari sul funzionamento dei ciclomotori in caso di emergenza
 
Le 8 ore di lezione in orario curricolare saranno incentrate sull’Educazione alla Convivenza Civile (anche mediante l’utilizzo di supporti didattici quali videocassette VHS, CD e DVD) e saranno ripartite tra alcune delle discipline dei vari curricoli.

In riferimento ai  recenti interventi normativi (cfr. art. 17 L. 120/2010 e art. 2-co. 1-quater L. 10/2011 ), che hanno sostanzialmente innovato la disciplina relativa alle modalità di conseguimento del certificato di idoneità alla guida del ciclomotore (di seguito definito CIGC), sono   stati previsti inoltre:

il rilascio di un’autorizzazione a esercitarsi alla guida del ciclomotore;
una prova pratica di guida (a seguito del superamento della prova teorica) ai fini del conseguimento del CIGC.

ESAME CONCLUSIVO

L’esame consisterà in una prova teorica svolta tramite questionario.

Non saranno ammessi all’esame candidati che totalizzeranno più di tre ore complessive di assenza con riferimento alle ore di lezione di cui al D.M. 23 marzo 2011, art. 2, comma 2.

Nel caso in cui il candidato abbia sostenuto la prova con esito positivo gli verrà rilasciato un’autorizzazione che consente al candidato di esercitarsi alla guida di un ciclomotore al fine di conseguire una formazione adeguata a sostenere la prova pratica di guida presso una scuola guida o la Motorizzazione Civile.

Nel caso in cui il candidato non abbia superato la prova teorica, lo stesso potrà ripeterla più volte, senza dover osservare intervallo alcuno tra una prova e l’altra, purché la stessa sia superata entro il limite di un anno dal termine del relativo corso di preparazione.