Valutazione del Comportamento


CRITERI PER L’ATTRIBUZIONE DEL VOTO DI COMPORTAMENTO

La valutazione del comportamento dell’alunno non ha funzione sanzionatoria ma formativa e tiene in considerazione il comportamento dell’alunno nelle attività curricolari ed extracurricolari per l’intero arco temporale del periodo scolastico considerato in termini di:

rispetto (del Regolamento, delle norme di disciplina, degli altri)
interesse
•  attenzione
partecipazione
impegno 
•  collaborazione 
socializzazione

La valutazione espressa in sede di scrutinio intermedio o finale non può riferirsi a un singolo episodio, ma deve scaturire da un giudizio complessivo di maturazione e di crescita civile e culturale dello Studente. In particolare, il Consiglio di Classe tiene in debita evidenza e considerazione i progressi e i miglioramenti realizzati dallo Studente nel corso dell’anno (DM 16 gennaio 2009, n° 5, art. 3 comma 2).

Riferimento normativo: Decreto Ministeriale n°5, 16 gennaio 2009, art. 3, comma 2

I provvedimenti disciplinari hanno finalità educativa e tendono al rafforzamento del senso di responsabilità e al ripristino di rapporti corretti all’interno della comunità scolastica.


CRITERI DI VALUTAZIONE

VOTO  DESCRITTORI
10 Comportamento sempre e assolutamente corretto, responsabile e collaborativi sia durante le attività curricolari che extracurricolari.

Rispetto del Regolamento di Istituto e delle norme di disciplina
Rispetto degli altri e dell’Istituzione scolastica
Attenzione, interesse e partecipazione attiva alle lezioni
Regolare e serio svolgimento delle consegne scolastiche
Ruolo propositivo all’interno della classe, disponibilità alla collaborazione con i Compagni e i Docenti, ottima socializzazione

N.B. Il voto di condotta 10 presuppone, necessariamente, che lo studente non solo non abbia subito sanzioni disciplinari, ma altresì che non abbia riportato note di condotta.

9 Comportamento corretto che non ha dato luogo a sanzioni o rilievi particolari sia durante le attività curricolari che extracurricolari.

Rispetto del Regolamento di Istituto e delle norme di disciplina
Rispetto degli altri e dell’Istituzione scolastica
Partecipazione attenta e attiva al dialogo educativo
Costante adempimento dei doveri scolastici
Ruolo positivo e di collaborazione nel gruppo classe, equilibrio nei rapporti interpersonali

N.B. Il voto di condotta 9 presuppone, necessariamente, che lo studente non solo non abbia subito sanzioni disciplinari, ma altresì che non abbia riportato note di condotta.

8 Comportamento  generalmente corretto sia durante le attività curricolari che extracurricolari. In  presenza di   rilievi e/o sanzioni non gravi (verbalizzate) ha dimostrato  di modificare in positivo il proprio comportamento.

Attenzione e partecipazione adeguate
Svolgimento abbastanza puntuale dei compiti assegnati
Rapporti rispettosi con i Docenti e i Compagni

NB: Lo Studente dimostra, pur in presenza di  note di condotta o di richiami scritti, di aver acquisito rispetto del Regolamento di Istituto e delle norme di disciplina

7 Comportamento che ha dato luogo a rilievi/sanzioni gravi (verbalizzati e comunicati alla famiglia).

Scarsa attenzione e partecipazione all’attività scolastica, interesse differenziato per le varie discipline, disturbo del regolare svolgimento delle lezioni
Ritardi reiterati all’inizio delle lezioni non debitamente motivati e assenze settoriali/disciplinari
Svolgimento non puntuale dei compiti assegnati
Rapporti problematici con gli altri
Comportamento scorretto durante le attività extracurricolari
6 Comportamento che ha dato luogo a rilievi/sanzioni gravi (verbalizzati e comunicati alla famiglia).

Disattenzione e partecipazione passiva all’attività scolastica, disinteresse per le varie discipline, frequente disturbo dell’attività didattica
Saltuario svolgimento dei compiti e scarso impegno nel lavoro domestico
Funzione negativa all’interno della classe
Comportamento scorretto durante le attività extracurricolari

Sospensioni non superiori ai 15 gg.

5 o <5 Comportamento che abbia dato luogo a un provvedimento disciplinare di allontanamento dalle lezioni superiore ai 15 giorni, cui non sia seguito un congruo periodo in cui siano stati dimostrati apprezzabili e concreti cambiamenti, tali da evidenziare un sufficiente livello di miglioramento nel percorso di crescita e di maturazione.Presenza di comportamenti gravi reiterati previsti dal regolamento  di disciplina con le relative conseguenti sanzioni disciplinari + eventuali ulteriori indicazioni ministeriali