Chi siamo


PRESENTAZIONE

L’Istituto di Istruzione Superiore Statale Simone Weil di Treviglio (BG) è un’istituzione educativa e culturale del territorio e vanta un’offerta scolastica articolata, che comprende tre indirizzi:

I titoli di studio sono validi per l’accesso a qualsiasi facoltà universitaria.

Le metodologie didattiche sono arricchite da esperienze di studio e formazione in rapporto con il territorio, collaborazioni esterne, uso di laboratori, viaggi e visite didattiche. La scuola si caratterizza per una ricca offerta aggiuntiva particolarmente attenta alle attività espressive, ai servizi di accoglienza e sostegno, alle lingue straniere, alle attività sportive.

La proposta formativa e didattica, ispirandosi alla norma internazionale di qualità ISO9001:2008, intende diventare sempre più unitaria e coerente.

Il nostro istituto, grazie anche ai indirizzi su cui si articola, è in grado di interagire in forma articolata con la proposta culturale del suo territorio di riferimento, anzi di proporsi come uno dei centri dell’elaborazione culturale e pedagogica.

Nella pluralità di scuole presenti sul territorio, gli aspetti che ci caratterizzano, comuni a tutti e tre gli indirizzi, sono:

la trasmissione della cultura, intesa non solo come acquisizione di mera conoscenza, ma anche come capacità di leggere meglio la propria esperienza personale e sociale;
il recupero attivo e propositivo del patrimonio culturale che i diversi contenuti disciplinari trasmettono

Il piano dell’offerta formativa (POF), la carta dei servizi e i nostri regolamenti d’istituto vi offrono una panoramica dell’attività  didattica e della filosofia educativa che la guida.

L’impegno per il futuro è quello di sviluppare questa vocazione alla promozione e integrazione di questi aspetti dell’attività della scuola, eventualmente con progetti di rete e con una specifica attenzione alle relazioni con il territorio nel quadro del sistema qualità.

Per tutti i genitori è importante conoscere il Comitato dei genitori dell’istituto, attivamente partecipe alla vita della scuola e dotata di un suo statuto.


L’AMBIENTE

Il distretto scolastico dove è collocato l’Istituto di Istruzione Superiore “Simone Weil” è un’area economica caratterizzata dai settori secondario e soprattutto terziario; il livello socio-economico è prevalentemente medio-alto.

Il territorio dispone di buone risorse culturali e formative: è dotato di una Biblioteca centrale di buona fruibilità, di un Museo Civico e di un Teatro, e vi operano Associazioni Culturali e di Volontariato.

L’ubicazione della sede del Liceo nel centro di Treviglio, capoluogo della Bassa Bergamasca e fulcro delle vie di comunicazione del territorio, e la vicinanza alle stazioni dei principali mezzi di trasporto, favoriscono l’afflusso degli studenti.


LA TRADIZIONE e le DIRETTRICI di SVILUPPO

Nella storia della scolarizzazione superiore della Bassa Bergamasca, il polo trevigliese ha costituito uno dei primi nuclei di espansione della formazione normalmente erogata nel capoluogo di provincia,  dando vita, nel caso specifico, ad una sezione staccata del Liceo  ”Sarpi” di Bergamo,  che si è poi concretizzata nel nuovo istituto del Liceo Classico “Simone Weil”.

Caratteri fondamentali di quella esperienza sono stati:

L’atmosfera di familiarità, raccolta e partecipata, tra tutte le componenti della vita scolastica;
L’attenzione alla divulgazione del patrimonio culturale, tenendo conto del background di studenti che accedevano alla scolarizzazione superiore spesso per la prima volta nella storia della famiglia
la valorizzazione e promozione della cultura classica, nella logica della tradizione, non nei suoi aspetti formali, ma nella sua sostanza umana.

All’inizio degli anni Novanta, percepita una crescente domanda formativa, il collegio dei docenti e il consiglio d’istituto valutarono che essa non poteva più venire soddisfatta con la tradizionale offerta liceale classica; impossibile, mutati i tempi, rispondervi con gli stessi criteri di qualità, né con la proposta di una stessa identica atmosfera, a causa dei problemi della dimensione inadatta della sede e della maggiore eterogeneità tra il personale – aumentato in modo cospicuo.

Nacque così la proposta di un Indirizzo Linguistico di sperimentazione “Brocca”, che coglie nel segno della domanda raggiungendo ben presto dimensioni paragonabili e poi superiori a quelle del classico. Dopo la metà degli anni Novanta, nel contesto delle prime iniziative di razionalizzazione della rete scolastica superiore, al liceo vengono aggregate le sezioni di Liceo Artistico di Treviglio.

Si costituisce così una scuola dalla fisionomia singolare, caratterizzata da una notevole ricchezza di problematiche strutturali ed amministrative ed insieme da un significativo patrimonio professionale e strumentale.

Alla fine degli anni Novanta, la scuola intraprende così un percorso di riflessione sulla propria identità, alla ricerca di un equilibrio tra una didattica fondata sulla presenza e sulla vita operante di singoli ed una vita formativa organizzata e funzionalmente differenziata, capace di valorizzare le differenze tra i vari indirizzi nell’istituto e di dare una risposta all’esigenza formativa emergente dal territorio.

Il Collegio Docenti individua così il profilo dell’identità odierna dell’istituto:

  sotto il profilo cognitivo, nella trasmissione e nel possesso operativo dei linguaggi – grafici e multimediali inclusi ed in forma crescente per tutti gli indirizzi;
sotto il profilo educativo, nella condivisione di spazi e decisioni con tutte le componenti della vita scolastica, anche in vista dell’attuazione organica dello Statuto delle Studentesse e degli Studenti e di una maggiore collaborazione formativa Scuola-Famiglia. 

La decisione di organizzare la scuola intorno alla norma internazionale del Sistema Qualità mira a rafforzare la coerenza del servizio e a dotare l’organizzazione di maggiore controllo e flessibilità nella diversificazione dell’offerta e nella lettura dei bisogni formativi.


STORIA 

1963 nasce il Liceo Classico a Treviglio come sede staccata del Liceo Ginnasio “Paolo Sarpi” di Bergamo;
1978 l’Istituto diventa autonomo e viene intitolato a Simone Weil per la sua formazione classica e per la singolare esperienza umana;
1984 viene avviata la prosecuzione della Lingua Straniera nel Triennio del Liceo Classico;
1988 l’Istituto aderisce al Piano Nazionale di Informatica, che prevede l’insegnamento della Fisica a partire dal Biennio e il potenziamento della Matematica con elementi di informatica;
1990 l’Istituto si trasferisce nella nuova sede di via Galvani (sede centrale);
1992 si inaugura la sperimentazione a indirizzo linguistico;
1995 si aggrega la sezione del locale Liceo Artistico, esistente già dal 1989;
2000 la scuola diventa Centro Certificatore riconosciuto dalla Cambridge University;
2001 si avvia il Progetto “Michelangelo” che rende quinquennale il Liceo Artistico;
2004 parte la sperimentazione del corso del Liceo Classico con studio quinquennale della Storia dell’Arte;
la scuola viene organizzata in base al Sistema Qualità;
2010 entra in vigore la riforma del Secondo Ciclo di Istruzione;
il Liceo Artistico viene trasferito nella sede centrale di via Galvani, mentre Liceo Classico e Linguistico sono collocati nell’edificio “Filandone” in via Botticelli.